Il nuovo sapore del Natale
torna ai consigli

Il nuovo sapore del Natale

Per molti italiani il Natale è quella festività in cui si celebra la tradizione. Ogni famiglia riesuma i vecchi ricettari di famiglia tramandati di generazione in generazione per cercare di conquistare il palato di familiari e parenti ma ci sono anche alcuni che, spinti da una vena creativa e innovativa, sono più che disposti ad apportare alcune variazioni al classico menù natalizio pur rimanendo fedeli alla tradizione gastronomica.                

I piatti tipici natalizi sono diversissimi lungo tutta la Penisola e ogni regione ha una sua specialità che non può mancare a tavola. Al Centro e al Sud, infatti, si festeggia il “Cenone della Vigilia”, mentre al Nord è obbligatorio  il pranzo del 25. Ci sono anche regole precise per quanto riguarda il cosa mangiare: il 24 si prepara una cena “di magro” solitamente a base di pesce, mentre a Natale si può dare libero sfogo alla fantasia (e via libera anche alla carne).   
Alla luce di queste considerazioni vi illustriamo alcuni piatti che, per consuetudine, sono da attribuirsi alle festività natalizie ma che possono essere facilmente rivisitati da chiunque ed essere così alla portata di tutti!

Antipasto: le friselle sono il simbolo della “salentinità” in tutto il mondo. È un piatto semplice e fresco che da secoli non manca mai sulle tavole pugliesi e viene gustato con pomodoro e alici. Alcune rivisitazioni di questo piatto prevedono l’aggiunta di mozzarella e verdure come olive nere e finocchio. Perché allora non provarlo con le nostre Passate Ortolina oppure con i Pomodori rustici al forno?

Primo: chi non conosce o non ha mai assaggiato i tortelli e i passatelli in brodo, oppure le lasagne? Tutti questi piatti, tipicamente originari del territorio Romagnolo, sono un vero e proprio “must” il giorno di Natale e si prestano ad innumerevoli rivisitazioni. Le Lasagne, ad esempio, invece del solito ragù, possono essere preparate al forno con pomodoro semplice (rigorosamente Ortolina 😊) mozzarella e besciamella. I classici piatti in brodo di tortellini e passatelli, rivisitati, possono rimanere asciutti e si prestano ad essere conditi con qualsiasi sugo, ad esempio, di carne o di verdure oppure per i più piccoli con Sughi Ortolina kids bio!

Secondo: piatto tipico della tradizione piemontese a Natale sono gli agnolotti e il gran bollito misto. Quest’ultimo può sembrare un piatto semplice ma se cucinato a regola d’arte e abbinato con le salse giuste, può regalare tantissime soddisfazioni. Provate ad accompagnarlo con la Salsa Classica Ortolina Squeezer oppure, se preferite un gusto più piccante, con la Salsa Piccante Ortolina Squeezer.

Anche i dolci tipici della tradizione possono essere rivisitati? Certo che sì! Pensate al Panettone farcito, scomposto, salato, glassato oppure al Pandoro ritagliato a forma di stella e ricoperto di crema mascarpone oppure inserito all’interno del Tiramisù al posto dei Savoiardi.

Insomma, Natale è sinonimo anche di fantasia! Buona sperimentazione e Buone Feste!

torna ai consigli

In salsa Instagram

Seguici sui nostri Social Network e scopri con noi tutte le novità del network

Restiamo in contatto

Con la nostra Newsletter potrai ricevere notizie di cucina, eventi e nuovi prodotti dal mondo Ortolina

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Consapevole dell'informativa privacy, dell'identità del Titolare del trattamento nonché delle finalità di trattamento cui sono destinati i miei dati personali, acconsento al trattamento dei dati personali per le finalità di:

Marketing
Profilazione