Street Food per ogni gusto
torna ai consigli

Street Food per ogni gusto

Panini, focacce, piadine, bombette, arrosticini e tanto altro. La tradizione del Belpaese è ricchissima di ghiottonerie street food da leccarsi i baffi, perfette da gustare in ogni momento della giornata, in piedi mentre si sta passeggiando o seduti in relax su una panchina.

Il sapore autentico della cucina italiana
I cibi on the road, come insegna Chef Rubio, rappresentano in molti casi il meglio delle tipicità italiane che tanto raccontano il nostro territorio e la nostra cultura, da provare almeno una volta nella vita. Al sapore genuino del cibo di strada nostrano Gambero Rosso dedica ogni anno un volume in cui vengono narrate “storie di sapori antichi ma anche di geniali intuizioni di artigiani del gusto e chef, da andare a scovare magari in angoli sperduti della Penisola”.

Street food sempre più amato

Ampio è l’interesse verso lo street food, al quale vengono dedicate, oltre a pubblicazioni, anche fiere ed eventi in tutta Italia. Secondo un'indagine Coldiretti/Ixè convince nella scelta di consumo quasi sette italiani su dieci (69%). Il cibo di strada più amato, tra coloro che scelgono lo street food, è quello della tradizione locale (74%). Un 16% preferisce invece quello internazionale come gli hot dog e il 10% i cibi etnici come il kebab.

Fra local e international, vediamo quindi quali sono alcuni fra i piatti più rinomati e gustosi!


Made in Italy
Partiamo dalla Sicilia, in particolare Palermo dove possiamo assaggiare il pani ca’meusa, panino con la milza servito con una spruzzata di limone per sgrassare la milza o con aggiunta di caciocavallo o ricotta, le panelle, frittelle di farina di ceci servite dentro soffici panini al sesamo e le arancine di riso. In Puglia i panzerotti fritti, mezzelune di pasta ripieni con svariati ingredienti, e le bombette, spiedini con fagottini di capocollo di maiale ripieni di formaggio, sale e pepe.

A Napoli la pizza a portafoglio, figlia dell’arte dei pizzaiuoli entrata di recente a far parte del Patrimonio immateriale dell’umanità Unesco, servita calda e fumante aperta su un foglio di carta e poi da piegare a proprio piacimento.

E poi gli arrosticini abruzzesi, spiedini di succulenta carne di pecora, i supplì di riso alla romana, polpettine di riso e carne, formaggio, panate e fritte, le olive ascolane del Piceno, il lampredotto fiorentino, una rosetta bagnata nel brodo di cottura e imbottita di lampredotto, con pepe e sale, peperoncino o salsa verde. In Emilia Romagna tigelle, crescentine, gnocco fritto, piadina e crescioni da riempire con varietà di salumi, formaggi, verdure…senza limiti alla fantasia! Mentre in Liguria troviamo la fainà, preparata con acqua, olio e farina di ceci, e la fügassa, tipica focaccia bianca alla genovese.

In Veneto i folpetti padovani, moscardini non eviscerati lessati nell’acqua bollente e serviti in salsa verde, e il baccalà mantecato alla veneziana, preparato con olio, aglio e prezzemolo e poi servito con polentina bianca o crostini di polenta: da accompagnare con uno Spritz oppure un’ombra, ovvero un bicchiere di vino della zona.

In Trentino Alto Adige tra le specialità gastronomiche troviamo il bretzel, tipico pane altoatesino dalla forma intrecciata, croccante all’esterno e morbido dentro, con grani di sale grosso.

 

Cibo dell’altro mondo
Non di solo cibo italiano vive lo street food! Sapori, profumi e colori pervadono le strade di tanti Paesi del mondo, con gustosi piatti da provare anche nella nostra Penisola.

Le tapas, variegate preparazioni in piccole portate che hanno varcato i confini della Spagna per essere apprezzate ovunque. Il burrito messicano, tipico della cucina tex-mex, una tortilla arrotolata ripiena di carne di manzo, pollo o maiale e le empanadas argentine, fagottini di pasta a forma di mezzaluna con un ripieno saporito e speziato.

I falafel sono invece polpette fritte a base di ceci tritati della tradizione Araba, e il kebab, tipico della cucina turca, è carne allo spiedo servita dentro il tipico pane arabo con verdure e salse piccanti. Il pita gyros proveniente dalla Grecia, è preparato con carne di agnello, montone o maiale cotta anch’essa sullo spiedo verticale (gyros), servita dentro la pita (simile alla nostra piadina) con la tsatsiki, salsa a base di yougurt magro, cetriolo, aglio, olio.  

Infine i pakora, invitanti stuzzichini a base di verdure pastellate, e i samosa, fagottini ripieni di agnello e patate, insaporiti con un mix di spezie, sono entrambi tipici della cucina indiana.


Partendo dall’Italia, abbiamo fatto un piccolo tour gastronomico in giro per il mondo, perché c’è più gusto a essere on the road! E voi quale di cibo di strada preferite?

torna ai consigli

In salsa Instagram

Seguici sui nostri Social Network e scopri con noi tutte le novità del network

Restiamo in contatto

Con la nostra Newsletter potrai ricevere notizie di cucina, eventi e nuovi prodotti dal mondo Ortolina

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679

Consapevole dell'informativa privacy, dell'identità del Titolare del trattamento nonché delle finalità di trattamento cui sono destinati i miei dati personali, acconsento al trattamento dei dati personali per le finalità di:

Marketing
Profilazione